A cura di Lapo Verniani

Buttata malamente al vento la trasferta di Seravezza di sette giorni fa, ci stiamo stancamente avviando verso la conclusione di questo torneo, vissuto senza particolari patemi è vero ma anche senza quell’entusiasmo e quell’ambizione che per piazze “importanti” come la nostra sono o dovrebbero essere il pane quotidiano. Restano quattro turni alla conclusione del torneo e nessuno di questi è proibitivo vuoi per il valore delle compagini che andremo ad affrontare vuoi per il fatto che queste squadre non hanno o non avranno più niente da chiedere al loro campionato. Per cui già da oggi testa e gambe alla sfida col Cannara, gli umbri sono salvi e da matricole hanno condotto un campionato in piena linea con gli obiettivi societari. Per noi indefessi e inguaribili tifosi azzurri quella di oggi sara la penultima occasione per osservare i nostri ragazzi tra le mura amiche, inoltre oggi la società ha organizzato un’importante iniziativa sociale: durante la mattinata, nello stadio Virgilio Fedini, si svolgerà una dimostrazione della Scuola Calcio successivamente i Giovanissimi B 2005, in occasione del mese dell’autismo, disputeranno una partita amichevole con la rappresentativa del Cottolengo di Torino.
Nell’intervallo sfileranno tutti i ragazzi del movimento giovanile insieme ai ragazzi del Cottolengo. Inoltre una parte dell’incasso sarà devoluto all’associazione autismo Arezzo.

Unire insomma l’utile al dilettevole per tifare ancora di più il nostro Marzocco e spingerlo alla vittoria.

Avanti Marzocco! Lotta e non fermarti mai!!!

LA FORMAZIONEnon ci sono fortunatamente situazioni che mettono apprensione a Renato Buso, che potrà così contare sullo schieramento migliore per avere la meglio della compagine perugina. Soliti dubbi tra difesa e di attacco con i ballottaggi soprattutto per le quote da sistemare al fischio d’avvio.