I NUOVI ARRIVI 

PORTIERI – Fogli (2003, Fiorentina), Bettarini (2003, Pro Livorno)

DIFENSORI – Karkalis (95, Fano), Lucarelli (98, Ternana), Fancelli (2004, Pro Livorno), Bontempi (2004, Gubbio), Bruno (2001, Entella)

CENTROCAMPISTI – Cretella (94, Grosseto), Neri (2003, Fiorentina), Maresca (2003, Cosenza), Belli (2004, Spoltore Eccellenza Abruzzo), Ivani (2004, Spezia)

ATTACCANTI – Rodriguez (88, Seravezza), Rossi (89, Pro Livorno), Neri (96, Armando Picchi Eccellenza Toscana), Lo Faso (98, svincolato)

L’ALLENATORE – E’ Lorenzo Collacchioni, classe 80, ex difensore dal buon passato in Serie C, alla sua prima esperienza in Serie D dopo aver fatto bene in Eccellenza con Fucecchio e San Miniato Basso. Era stato preso come grosso conoscitore del girone tirrenico del massimo campionato regionale, poi l’ammissione in Serie D a discapito del Figline e ora questa grande opportunità in una piazza che non ha certo bisogno di presentazioni. Per quanto visto nelle primissime apparizioni stagionali gioca con un 3-4-1-2. Tutta da definire la formazione, sia Torromino che Vantaggiato non sono in forma splendida e non è un caso che davanti a Civita Castellana abbiano giocato Rodriguez e Neri alle spalle dell’under Ivani.

OCCHIO A… – Quando parli di una società che come questa, che vuol tornare quanto prima almeno in Serie C si capisce piuttosto bene che sarebbe riduttivo concentrare le attenzioni su di un reparto piuttosto che un altro. Al di là del pessimo risultato dello scorso anno, sono stati confermati calciatori che in categoria possono starci a occhi chiusi da Giampà a Luci passando per Vantaggiato e Torromino sommati ad altre “new entry” tipo il cubano Rodriguez che se in giornata vince le partite da solo. A San Giovanni, tre anni fa, col Seravezza, ce lo ricordiamo fin troppo bene. Insomma, il Livorno è sempre il Livorno. In queste categorie se arrivi secondo hai fallito. E non è un caso che la piazza sta già cominciando a rumoreggiare a fronte di qualche mancato arrivo di peso.