Si considera il potenziale di questa squadra superiore alla classifica attuale oppure no ? E le prime giornate sono state davvero illusorie ? Sono tutti interrogativi a cui onestamente non è facile dare una risposta, soprattutto in un momento così dove i valori tecnici vengono clamorosamente messi a dura prova da altri fattori, paure, poca personalità e palloni che si fanno sempre più pesanti.

La gente, poi, invoca il mercato ma al mercato si va coi soldi in tasca altrimenti si rischia di mettere giocatori inutili sopra altri altrettanto inutili o quasi.

Questione allenatore: Calori gode ancora dei favori della piazza forte della sua comprovata fede azzurra. Ma comunque è vero anche come a questa squadra manchi come il pane un leader di personalità, uno insomma che sappia dettare tempi e modi nel corso della partita. Ma un giocatore del genere, se c’è, costa e le casse non consentono voli pindarici.

Ed allora ? In questi casi si vuole che il cambio di allenatore possa dare la svolta ma per arrivare a questo devono esistere due cose: o si reputa la squadra superiore alla classifica (io ho qualche dubbio) oppure il rapporto fra il tecnico e i giocatori si è irrimediabilmente sfilacciato e allora….

Una cosa appare sicura e torno lì: il pubblico di San Giovanni merita di più e molto di più di questi campionati sofferti o anonimi, così facendo si perde un patrimonio affettivo importante. Poi nella vita e nello sport esistono momenti più o meno felici certo, ma così non va.